In evidenza
enfrit
Home / Unimed News / Continuità ed un nuovo impegno verso la cultura: le decisioni del CdA dell’UNIMED

Continuità ed un nuovo impegno verso la cultura: le decisioni del CdA dell’UNIMED

Il 24 luglio scorso si è riunito a Roma il Consiglio di amministrazione dell’UNIMED.

Al Consiglio, presieduto dal prof. Wail Benjelloun, hanno partecipato i consiglieri in rappresentanza delle Università la Sapienza Università di Roma, Algeri, Cipro, Cairo, An-Najah (Palestina), Libanese, Internazionale di Roma, Alessandria (Egitto), Saint Esprit di Kaslik (Libano), di Tunisi, Bogaziçi (Turchia), Aydin (Turchia) ed il Direttore dell’UNIMED, dott. Marcello Scalisi.
Nel corso della riunione sono stati sollevati punti di rilievo come l’istituzione di sub-network per aree tematiche-chiave, come quello recente su “Food e Water”, l’istituzione di un “Centro Studi Mediterraneo” dedicato alla memoria del prof. Franco Rizzi, fondatore e Segretario Generale dell’UNIMED, insieme ad altri progetti culturali intitolati a sua memoria. In particolare, si annoverano la “UNIMED Cup”, “Mediterraneo al Cinema” e il “Premio UNIMED” al Festival Internazionale di Venezia, tutte iniziative che promuovono la cooperazione euro-mediterranea e delle diverse espressioni del panorama sociale di queste realtà multiformi, anche attraverso l’ausilio delle arti e dello sport.
Durante i lavori del Consiglio, sono state inoltre discusse nuove strategie per rafforzare la cooperazione tra le università associate ed il ruolo dell’UNIMED quale istituzione accademica di riferimento per la cooperazione euro-mediterranea.