enfrit
Home / Unimed News / Nome in codice: Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura in mostra a Roma

Nome in codice: Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura in mostra a Roma

Martedì 4 ottobre a Roma avrà luogo la conferenza stampa di presentazione della Mostra “Nome in codice: Caesar. Detenuti siriani vittime di tortura” organizzata da Amnesty International Italia, Articolo 21, FNSI – Federazione Nazionale della Stampa Italiana, FOCSIV – Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontariato, Un Ponte Per e UNIMED.

La conferenza stampa si terrà presso la sede della FNSI Federazione Nazionale della Stampa Italiana (I° piano) Corso Vittorio Emanuele II 349.

La mostra, invece, anticipata dalla conferenza stampa, sarà in esposizione al museo MAXXI dal 5 al 9 ottobre 2016.

La inaugureranno, alle 18.00, i presidenti delle Commissioni Esteri Pierferdinando Casini e Fabrizio Cicchitto, il Presidente della Commissione per i Diritti Umani, Luigi Manconi, il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, il presidente del Centro Astalli, padre Camillo Ripamonti, sj, Giancarlo Bosetti, direttore di Reset, il professor Baykar Sivazliyan, presidente emerito dell’unione degli armeni in Italia ed altre autorevoli personalità che giungeranno appositamente dall’estero.

Già esposta alle Nazioni Unite di New York, alla Commissione Affari Esteri del Congresso degli Stati Uniti, al Museo dell’Olocausto di Washington e nelle principali città europee per la prima volta viene presentata in Italia. Una selezione rigorosa di immagini scelte tra i 55.000 scatti fotografici prodotti da Caeser, pseudonimo attribuito ad un ex-ufficiale della Polizia Militare siriana incaricato di fotografare la morte e le torture subite dai detenuti nelle carceri di Bashar al Assad tra il 2011 e il 2013.

Per maggiori informazioni relativamente alla mostra e alla conferenza stampa, troverete scaricate il Comunicato Stampa e la Brochure dell’iniziativa.