enfrit
Home / Unimed News / OpenMed: un progetto sulle “risorse educative aperte” nel Mediterraneo

OpenMed: un progetto sulle “risorse educative aperte” nel Mediterraneo

Cinque partner europei e nove da Paesi del Sud del Mediterraneo inizieranno presto a lavorare insieme per ampliare la partecipazione e l’adozione di Open Educational Resources (OER) e Open Educational Practices (OEP) (in italiano risorse educative aperte) con un approccio bottom-up per sostenere la modernizzazione dell’istruzione superiore in Marocco, Palestina, Egitto e Giordania.
OpenMed è un progetto di cooperazione internazionale scelto per il co-finanziamento nell’ambito del Capacity Building Erasmus +.

Il progetto intende esplorare l’adozione di strategie e canali che abbracciano i principi di apertura e riusabilità nel contesto delle università del Sud-Mediterraneo.
I membri del Consorzio sono:
• UNIMED, Unione delle Università del Mediterraneo, Italia (coordinatore)
• POLITO, Politecnico di Torino, Italia
• UNIR, Universidad Internacional de La Rioja, Spagna
• Università di Siviglia, Spagna
• COV, Università di Coventry, Regno Unito
• CU, Università del Cairo, in Egitto
• AU, Università di Alessandria, Egitto
• UCA, Cadi Ayyad, Marocco
• UIZ, Università Ibn Zohr, Marocco
• BZU, Birzeit, Palestina
• ANNU, An-Najah National University, Palestina
• AArU, Associazione delle università arabe, Giordania
• GJU, German Jordanian University, Giordania
• PSUT, Princess Sumaya University for Technology, Giordania
• EDEN, European Distance and E-Learning Network, Regno Unito (Partner associato)
Il progetto offrirà anche la possibilità ad altre università del Marocco, Palestina, Egitto, Giordania o in qualsiasi altro paese del Sud del Mediterraneo di partecipare all’azione come partner comunitari.
Il progetto dovrebbe iniziare nel mese di ottobre 2015.  Seguiranno altre informazioni nei prossimi giorni.