In evidenza
enfrit
Home / Unimed News / Progetto S.E.M.IN.A.RE: un’opportunità imperdibile di mobilità all’estero

Progetto S.E.M.IN.A.RE: un’opportunità imperdibile di mobilità all’estero

Il progetto S.E.M.IN.A.RE (Scambi in Europa e nel Mediterraneo per INternazionalizzare gli Atenei della Regione) – CUP nr. 110140,  si popone come una nuova opportunità per gli studenti di UniBa  di effettuare un’esperienza di soggiorno all’estero e precisamente nelle Università di Aydin, di Parigi 1-la Sorbona e di Tampere, e altresì per l’Università di Bari rappresenta l’occasione per accogliere alcuni studenti provenienti dalle stesse Università.

L’UNIMED, l’Unione delle Università del Mediterraneo, un’ampia rete che attualmente annovera 103 università provenienti da 23 Paesi mediterranei con sede a Roma, è il capofila del progetto.

Fermamente convinta che le mobilità internazionali siano un bagaglio culturale imprescindibile per gli studenti, così come i docenti, i ricercatori e lo staff delle Università, l’UNIMED ha lanciato il progetto S.E.M.IN.A.RE, affinché 6 studenti di UniBa possano beneficiare di una borsa di studio di 5 mesi all’estero e al contempo che l’Università di Bari possa accogliere altri studenti dalle stesse Università. In totale 24 studenti saranno coinvolti negli scambi da e per l’Università di Bari Aldo Moro.

Il progetto è interamente finanziato dalla regione Puglia-Assessorato Lavoro, Cooperazione e Formazione Professionale – Area politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l’Innovazione – Servizio Formazione Professionale, nell’ambito del Piano di Azione per la Coesione approvato con decisione della Commissione C(2016)1417 del 3.03.2016 – Avviso pubblico n. 8/2016 “Azioni di transnazionalità delle Università pugliesi” – DGR n. 1942 del 30/11/2016, pubblicata sul B.U.R.P. n. 140 del 7.12.2016.

Non si tratta di un programma di scambio tradizionale, bensì di un pacchetto completo di assistenza alla mobilità. Ogni studente infatti avrà un tutor sul posto che lo seguirà per le attività accademiche, un tutor UNIMED per le questioni organizzative e amministrative.

L’UNIMED si augura quindi che S.E.M.IN.A.RE costituisca un progetto pilota di lunga risonanza che permetta alle Università partner di continuare a collaborare e che incentivi la presenza sempre più cospicua e di qualità di studenti internazionali negli atenei pugliesi.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.