enfrit
Home / ML-UnimedNews / RESUME vola a Londra: University – Industry Interaction // 20-22 giugno

RESUME vola a Londra: University – Industry Interaction // 20-22 giugno

L’Università di Messina (Italia) e l’Università Holy Spirit of Kaslik (Libano) hanno partecipato dal 20 al 22 giugno alla Conferenza sull’interazione tra università e industria, la conferenza annuale della rete di innovazione dell’industria universitaria (UIIN), che riunisce quasi 500 manager, professionisti e ricercatori nel campo delle università imprenditoriali, innovazione collaborativa e interazione università-industria.

Giunta al suo sesto anno, questa conferenza è una delle più grandi in questo campo e offre ai suoi partecipanti 3 giorni di condivisione delle conoscenze e interazione con i colleghi.

Il progetto RESUME ha partecipato al seguente workshop parallelo il 22 giugno:

“Practitioner: meccanismi che guidano e sostengono l’imprenditorialità”

  • Stabilire un modello di business scouting mediterraneo
    Elena Girasella (Università di Messina), Khalil Abboud (Holy Spirit University)

  • StudentStartUP: Costruire programmi e centri per l’imprenditorialità nella regione del Limburgo (Belgio)
    Jean-Pierre Segers (PXL)

  • Modello di implementazione di un programma di supporto per imprenditori basato sulla tecnologia e relativi impatti
    Sandra Marin Ruiz (Università del Missouri, Columbia)

  • Connettere l’intera catena del valore dell’innovazione: il caso della Rete europea di centri e hub per la ricerca e l’innovazione (ENRICH) in Brasile, Cina e Stati Uniti
    Sara Medina (Sociedade Portuguesa de Inovação)

La sessione è stata presieduta e moderata da Ingrid Wakkee, Professore presso l’Università di Scienze Applicate di Amsterdam (Programma per l’imprenditoria)

La presentazione di Messina e Holy Spirit of Kaslik è il risultato di una pubblicazione che è stata elaborata dalle istituzioni insieme all’istituto agronomo e veterinario Hassan II di Rabat e presentata alla rete UIIN. Il documento si proponeva di analizzare scenari che agivano in diversi paesi, Italia, Marocco e Libano, riguardanti l’imprenditoria giovanile. Il modello di scouting italiano di Start Cup Competition è descritto dettagliatamente nella serie di passaggi che consentono di selezionare un’idea vincente. I risultati confermano che il modello di completamento delle start up ha prodotto notevoli cambiamenti positivi nel tessuto industriale italiano in termini di economia, tecnologia, risorse umane e territorio.

Per saperne di più sull’evento UIIN: https://www.university-industry.com/index/about