Home / Unimed News / UNIMED incontra le università palestinesi

UNIMED incontra le università palestinesi

La An-Najah National University di Nablus ha ospitato il 26 giugno l’evento “UNIMED incontra le università palestinesi”, organizzato da UNIMED con la collaborazione dell’Università palestiense. All’ iniziativa potevano prender parte tutte le università associate palestinesi della rete e le altre università palestinesi interessate a prendere parte all’incontro e a conoscere meglio il network UNIMED.

Con ben 11 università nella rete, la Palestina è la più rappresentata in UNIMED tra gli ateneo della sponda sud del Mediterraneo e ha un seggio nel Consiglio di amministrazione.

L’evento, è stato inaugurato dal discorso del prof. Nidal Dweikat, Vicepresidente della Pianificazione e Verifica della Qualità, per conto del Presidente dell’Università, e dal Dr. Marcello Scalisi, Direttore UNIMED.

60 partecipanti provenienti dalle università palestinesi, il ministero dell’Istruzione superiore, centri di ricerca, ONG, associazioni della società civile, incubatori universitari e il Comune di Nablus, hanno partecipato all’evento, organizzato presso l’Università Nazionale An-Najah per discutere con il direttore UNIMED, dott. Marcello Scalisi, e parte del suo staff, come rafforzare la cooperazione con le università palestinesi e identificare insieme nuove aree di cooperazione e una collaborazione più fruttuosa nei prossimi anni.

Nel corso della giornata, sono stati presentati alcuni dei progetti finanziati dal programma Erasmus plus quali UniGov volto a rafforzare il sistema di governance degli istituti di istruzione superiore in Palestina e il progetto OpenMed che ha la missione di far rendere fruibili con consapevolezza le risorse educative aperte.

Questa iniziativa di UNIMED è organizzata nel quadro di un ciclo di incontri a livello locale nei paesi del Mediterraneo meridionale, con l’obiettivo di presentare le attività della rete, per consentire agli atenei che ne fanno parte di incontrarsi e discutere delle priorità e delle nuove prospettive di cooperazione.

Si prega di cliccare qui per scaricare il programma dell’evento.