enfrit
Home / Uncategorized / Cambiamento Climatico e Ambientale

Cambiamento Climatico e Ambientale

logo_basic subnetwork

Il Mediterraneo è uno dei principali “hotspot” culturali e di biodiversità principali al mondo. Il concetto di hotspot ha un doppio significato. Da un lato, esso richiama la nozione di diversità che caratterizza il Mediterraneo nella sua interezza, ma dall’altro lato esso identifica la regione mediterranea come una di quelle maggiormente esposte ai rischi del cambiamento climatico. Gli effetti prodotti al cambiamento climatico assumono particolare rilevanza per il Mediterraneo in quanto si prevede un tasso di incidenza più elevato rispetto alla media mondiale. Si può dire che il Mediterraneo sia una delle regioni del mondo più minacciate dal cambiamento climatico.

Gli effetti del cambiamento sul Mediterraneo potrebbero essere molteplici e determinare un drastico aumento dei problemi socio-ambientali che già attualmente costituiscono elementi di difficoltà. Il cambio d’uso dei terreni fertili, l’aumento dell’inquinamento, la perdita progressiva di biodiversità, il degrado del patrimonio culturale, la riduzione dei bacini di acqua potabile, i rischi connessi all’accessibilità al cibo, l’incremento dei flussi migratori e l’instabilità politica costituiscono solo alcuni degli effetti possibili del cambiamento climatico nell’area mediterranea.

Considerate le circostanze, risulta quindi essenziale che le Università dell’intero bacino mediterraneo giochino il ruolo chiave di giuda all’innovazione e alla formazione al fine di apportare nuove soluzioni ad una situazione già critica, che può peggiorare nei prossimi decenni. È impossibile affrontare queste sfide individualmente, ma solo attraverso la creazione di sinergie si potrà garantire un futuro alle prossime generazioni, conservare il ricchissimo patrimonio culturale e ambientale e proteggere il benessere dei cittadini del mediterraneo.

In tale contesto, risulta necessario promuovere la formazione per uno sviluppo sostenibile, l’attenuazione dei rischi e l’adattamento ai nuovi scenari futuri nel quadro di una vera transizione ecologica dei paesi mediterranei verso modelli che favoriscano la resilienza ambientale e la stabilità economica e politica.

Il SubNetwork “Cambiamento Climatico e Ambientale” ha l’obiettivo di connettere i principali attori coinvolti in questo settore, di stimolare lo scambio di conoscenza tra le università mediterranee e di sostenere il dialogo politico e rafforzare la cooperazione nel Mediterraneo. Allo stesso tempo il SubNetwork “Cambiamento Climatico e Ambientale” mira a promuovere le sinergie tra le università ed altri attori chiave che lavorano in questo campo per sviluppare e condividere iniziative e progetti come centri di ricerca, amministrazioni pubbliche, aziende private e ONG.

I principali obiettivi del SubNetwork “Cambiamento Climatico e Ambientale” sono:

  1. Promuovere la cooperazione regionale e locale tra le due sponde del Mediterraneo, creare nuovi partenariati e sviluppare progetti comuni focalizzati sul cambiamento climatico e ambientale, sulla conservazione del patrimonio, sulla mitigazione, adattamento, resilienza e transizione ecologica.
  2. Sostenere le Università nella definizione delle competenze essenziali e dei programmi di formazione sul tema del cambiamento climatico e ambientale, della conservazione del patrimonio, della mitigazione, dell’adattamento, della resilienza e della transizione ecologica per facilitare gli studi e la formazione di una nuova generazione di studenti, scienziati, professionisti e imprenditori.
  3. Aumentare la consapevolezza e la comprensione dei rischi associati al cambiamento climatico e ambientale e contribuire a fornire soluzioni innovative a questa sfida globale per il futuro della biodiversità e del patrimonio culturale del Mediterraneo e del suo impatto sui diversi territori, economie e società.
  4. Ampliare la consapevolezza e la comprensione dell’importanza del patrimonio culturale e naturale nel contesto mediterraneo.
  5. Organizzare eventi internazionali (workshops, conferenze, webinar, corsi di formazione) al fine di incrementare lo scambio di conoscenza ed esperienze.
  6. Sviluppare e rafforzare gli scambi virtuali in ogni tipo di attività del subnetwork stesso.
  7. Raccogliere e condividere informazioni allo scopo di realizzare studi, analisi, ricerche e paper sul tema del cambiamento climatico e sostenere i policy-maker nell’elaborazione delle politiche.

Partecipare al SubNetwork significa impegnarsi attivamente nelle sue attività (di networking e non) e la regolare partecipazione agli eventi. La partecipazione al SubNetwork è limitata alle università associate ad UNIMED.

Partecipa al subnetwork