enfrit
Accueil / img2 @fr / Collera e luce. Un prete nella rivoluzione siriana

Collera e luce. Un prete nella rivoluzione siriana

Paolo Dall’Oglio è il gesuita italiano che ha dato vita al monastero siriano di Mar Musa.
Nel piccolo monastero, a pochi chilometri a nord di Damasco, si porta avanti dal 1982 per iniziativa di padre Dall’Oglio, un dialogo interreligioso tra Cristianesimo e Islam.

Padre Dall’Oglio viene espulso nel giugno 2012 dalla Siria, attraversata dal marzo del 2011 da una grave lotta intestina.

In questo suo libro Collera e luce. Un prete nella rivoluzione siriana (con la collaborazione di Eglantine Gabaix-Hialé, ED. EMI, 2013), Padre Dall’Oglio in un misto di biografia e attenta analisi dell’attuale situazione in Siria, ci dà una lettura molto importante e diversa da quelle più “affrettate” dei media, di quanto accade e delle eventuali prospettive in Siria.

Estratto:

“La mia coscienza cristiana è chiaramente lacerata. Da un lato, vi è un desiderio radicale di portare fino in fondo la rivoluzione contro questo regime. Ma dall’altro, poco o tanto, questo pare provocherebbe una islamizzazione radicale della Siria e creerebbe le condizioni per una definitiva emarginazione della comunità cristiana. Confesso di provare anche, dentro di me, un desiderio di vendetta contro coloro che ci hanno fatto così male….”