enfrit
Home / Unimed News / La gioventù mediterranea si confronta sulla cittadinanza attiva

La gioventù mediterranea si confronta sulla cittadinanza attiva

Circa 80 studenti provenienti dalle università delle due sponde del Mediterraneo e precisamente da Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Albania, Montenegro, Finlandia, Marocco, Tunisia, Palestina, Algeria, Egitto, Turchia, Cipro si sono incontrati a Reggio Calabria dal 31 luglio al 4 agosto per la Summer School sulla tematica “Cittadinanza attiva e partecipazione dei giovani nella regione mediterranea”.
La partecipazione dei ragazzi, dei docenti accompagnatori,
e di chi li ha seguiti nei lavori (esperti e relatori) è stata entusiastica.
Ha creato le energie e le premesse per portare avanti un dialogo e un confronto su tematiche e aspetti che riguardano da vicino tutti ma in particolar modo la nuova generazione mediterranea.
I temi delle tre conferenze
(Il Mediterraneo tra Storia e Identità, patrimonio comune: la cultura del Mediterraneo tra Musica, Cinema, Letteratura e Arti performative, Cittadinanza Attiva e Rivolte nei paesI arabi e in Turchia: realtà sociali a confronto) e dei tre workshops (Cittadinanza Attiva e tutela dei diritti umani: quali strumenti?; Networking et mobilità: quali ostacoli e quali opportunità?; Partecipazione sociale e nuove tecnologie: quali prospettive?) hanno portato gli studenti tutti a porsi e a porre dei quesiti.
Il successo di questo evento apre la porta a nuove iniziative di questo tipo dove il confronto
e lo scambio sono le parole chiave.
Leggi la news su Strill.