enfrit
Home / ML-FOCUS / L’Università di Sfax ha ospitato la riunione finale del progetto eMedia

L’Università di Sfax ha ospitato la riunione finale del progetto eMedia

Il 22 e 23 maggio 2017, l’Università di Sfax ha ospitato la riunione finale del progetto di master di giornalismo cross-media. Il progetto, mirato agli studenti e ai giovani giornalisti delle Università di La Manouba, Sfax e Sousse, si è svolto da dicembre 2014 a giugno 2017 nell’ambito del progetto eMEDia, avviato dall’Unione delle Università del Mediterraneo (UNIMED) e finanziato dall’Unione Europea attraverso il programma TEMPUS.

Le università tunisine e europee coinvolte nel progetto, così come i membri associati del Consorzio, parteciperanno alla riunione finale a Sfax. Saranno presenti: l’Istituto di Stampa e di Scienze delle Informazioni (IPSI), la Facoltà di Lingue e di Scienze Umanistiche di Sfax, la Facoltà di Lingue e di Scienze Umanistiche di Sousse, l’Università di Tampere (Finlandia), la Libera Università di Lingue e Comunicazione di Milano IULM (Italia), l’Università di Barcellona (Spagna), l’UNIMED, il Ministero dell’Educazione e della Ricerca e la sezione regionale dei Giornalisti Nazionali di Sfax (SNJT) come partner professionali.

Questo ultimo evento sarà la conclusione di una serie di incontri di pianificazione, riflessione e valutazione che si sono tenuti in alternanza nelle varie università europee e tunisine coinvolte nel progetto. I partner del Consorzio si riuniranno per un incontro tecnico il 22 Maggio. Il workshop finale si svolgerà il 23 maggio, e sarà aperto a tutti i soggetti del mondo dei media e agli esponenti della società civile interessati a questo progetto di Master e all’insegnamento del giornalismo cross-media da un punto di vista euro-mediterraneo (academici, uffici amministrativi, manager, studenti, professionisti, associazioni…)

Circa 87 alunni di due anni diversi dell’ISPI e delle Facoltà di Lettere e Scienze Umanistiche di Sfax e Sousse hanno potuto prendere parte alla prima e alla seconda edizione di questo Master professionale, considerato un esperimento di cooperazione universitaria inter-tunisina nell’insegnamento del giornalismo, e una storia di successo per quanto riguarda gli scambi con le università europee e le aperture sul mondo professionale.

Lo scopo principale di questa collaborazione multilaterale, quando fu lanciata a giugno 2014 nella sede dell’UNIMED a Roma, era di “contribuire al miglioramento dell’educazione universitaria in Tunisia nell’ambito di un partenariato e di uno scambio di competenze tra università tunisine ed europee”.
Questo progetto ha rappresentato un’opportunità unica di cooperazione accademica trasversale inter-tunisina. Difatti, è la prima volta nella storia dell’insegnamento del giornalismo in Tunisia che università con specializzazioni diverse dividono conoscenze e metodi di insegnamento. Gli studenti di questo Master dalle Università di Tunisi, Sfax e Sousse hanno avuto la possibilità, per due anni, di accedere alle stesse conoscenze. Otterranno un unico diploma, che permetterà loro di approcciarsi al mondo del giornalismo e dei suoi nuovi requisiti: la stampa moderna, mutevole e multisettoriale.

Questi studenti chiedono spesso ai partner e agli artefici del progetto di accertarsi che questo progetto, al quale hanno aderito in tanti (il numero di candidati per la pre-selezione era molto alto), continui. Inoltre, alla cerimonia di chiusura dell’università estiva, tenutasi allo IULM lo scorso settembre, gli studenti hanno ribadito il loro desiderio di sviluppare l’esperienza di partenariato tunisino-europeo di questo progetto, in modo da aprire nuovi orizzonti per i partecipanti che desiderano continuare i loro studi, trovare opportunità di lavoro reali e acquisire esperienza nel mondo del giornalismo cross-media, sia a livello locale che internazionale.

Per maggiori informazioni, visitare il sito ufficiale del progetto eMedia.